Top

Lago di Garda: fra alberi di limone e antichi borghi – Limone sul Garda

  →  Città   →  Lago di Garda: fra alberi di limone e antichi borghi – Limone sul Garda

ITINERARIO: Tremosine – Limone Sul Garda

Parte 2: Limone Sul Garda

Conosci tu la terra dove fioriscono i limoni,
gli aranci dorati rilucono fra le foglie scure,
una mite brezza spira dal cielo azzurro,
il mirto immoto resta e alto si erge l’alloro,
La conosci tu, forse?
Laggiù, laggiù
Con te, amore mio, io vorrei andare.

Conosci tu la casa ? Il tetto riposa su alte colonne,
risplende la sala, la stanza riluce,
e si ergono statue di marmo che mi guardano:
Che cosa ti hanno fatto, povera bambina ?
La conosci tu forse?
Laggiù, laggiù
Con te, mio difensore, io vorrei andare.

Conosci tu la montagna e il suo sentiero fra le nuvole?
Il mulo cerca il suo cammino nella nebbia;
Nelle grotte vive la stirpe antica dei draghi;
Si sgretola la rupe e su di essa si chiudono i flutti,
La conosci tu, forse ?
Laggiù, laggiù
È il nostro cammino; andiamo, padre mio!

Johann Wolfgang Goethe

Con questa poesia lo scrittore e poeta Johann Wolfgang Goethe descriveva la seconda meta del nostro itinerario alla scoperta delle sponde bresciane del Lago di Garda: il paese di Limone.

LimoneGarda20TripOrTrek

La leggenda: Si racconta che dall’amore del dio Benaco e della ninfa Fillide nacquero due gemelli, Grineo e Limone. Nelle intenzioni del padre, il primo avrebbe dovuto dedicarsi alla pesca, il secondo all’agricoltura, ma i due, fin dall’adolescenza, preferirono la caccia lungo le pendici del monte Baldo, dove Limone un giorno venne aggredito ed ucciso da un cinghiale.

Fillide, disperata, ricorse supplicante al marito perché facesse ritornare in vita il figlio: così gli somministrò un infuso preparato con misteriosi fiori celesti e il prodigio si compì. Obbedendo prontamente, Limone si stabilì allora proprio di fronte al Baldo, in una dolce insenatura riparata dai venti, curando la coltivazione del frutto che da lui prese il nome.

La storia

Il nome della cittadina deriva dal latino “Limen” ovvero confine, ma lo si abbina anche all’agrume: il limone.

Le prime notizie storiche sui popoli del Benaco (antico nome del Lago) risalgono all’epoca neolitica (nella vicina Valle di Ledro si possono osservare ancora oggi testimonianze preistoriche di palafitte risalenti all’età del bronzo). Risale al 600 a.C. l’insediamento nella zona delle popolazioni celtiche dei Galli Cenomani, sottomessi nel 2° secolo a.C. ai Romani.

In seguito gli avvenimenti storici di Limone rispecchiano la Storia delle grandi Comunità del Nord Italia: dai Longobardi, alla venuta di Carlo Magno, alla Repubblica Veneziana, all’Impero Austro-Ungarico, all’Italia Risorgimentale, alle vicende delle Guerre Mondiali, fino all’avvento della Repubblica Italiana.

Determinante per lo sviluppo socio-economico e culturale di Limone, fu il dominio della Repubblica di Venezia a partire dalla prima metà del 15° secolo d.C.. Grazie alla capacità amministrativa ed all’intraprendenza commerciale che caratterizzava la politica della Serenissima, Limone passò da una semplice economia rurale legata alla coltivazione di olivi e alla pesca, ad altre forme di attività.

Girovagando per il borgo fermatevi alla Limonaia del Castél. Il biglietto d’ingresso costa 2 euro, e qui, fra gli alberi di limone, conoscerete la storia che ha reso il paese famoso in tutto il mondo.

Nel XIII secolo i frati del convento di san Francesco di Gargnano introdussero i limoni sul Garda dalla riviera genovese e così, a Limone, si iniziarono a costruire le prime limonaie con muraglie, pilastri, scale, e travi su cui, dal mese di novembre a marzo, si fissavano assi e vetrate per proteggere le piante dal freddo dell’inverno. Situata nel centro storico la Limonaia del Castel si estende su più terrazzamenti per una superficie totale di 1633 mq.

La sua costruzione risale al primo Settecento e divenne di proprietà del Comune nel 1995. Oggi vi sono coltivate una cinquantina di piante di agrumi fra cui limoni, arance, cedri, chinotti, pompelmi, mandarini e mandaranci. Nell’ingresso della limonaia c’è anche una piccola boutique dove è possibile acquistare il liquore limoncello, piante di agrumi e altri prodotti a base di Limone. Inoltre in paese ci sono numerosi negozi che vendono profumati saponi fatti con i limoni del Garda.

Il turismo, infatti, è una delle principali attività economiche del paese di Limone e lo testimonia il piccolo ma ben tenuto museo del Turismo nel centro del paese. L’entrata è gratis e all’interno potrete ammirare locandine, cartoline, fotografie dai primi anni del 1900 sino ai giorni nostri. Sarà un tuffo nel passato e nella storia della “dolce vita” di chi trascorreva le vacanze in questo splendido angolo di paradiso affacciato sul lago di garda.

Commenti:

  • 2 Novembre 2015

    Beautiful “lemon place” 😉 and local specialities look delicious!

    reply...
    • 3 Novembre 2015

      thank you 🙂 yes the town of Limone it’s very special: the landscape looks like the Sorrento Coast and, because of its climate is the only place, in the North of Italy, where is possible to cultivate lemon trees. If you visit that place i recommend you to taste the liquor “Limoncello” 😉

      reply...
  • 2 Novembre 2015

    Oh, so beautiful. Thanks.

    reply...
    • 2 Novembre 2015

      thanks to you Lynn for visiting my blog 😀 by Sara

      reply...
  • 3 Novembre 2015

    Great photos. Thanks. And thanks for visiting my travel blog.

    reply...
    • 3 Novembre 2015

      you have a very nice blog, thank for visiting mine 🙂 Sara

      reply...
  • Amy

    4 Novembre 2015

    Beautiful photos and stories. Thank you! 🙂 I had some Limoncello in Cinque Terre, so delicious.

    reply...
    • 4 Novembre 2015

      Thank to you for visiting TripOrTrek 🙂 the “limoncello” isn’t the only typical product of Limone sul Garda, visiting the town you could find perfumed lemon’s soaps.:D by Sara

      reply...
  • 4 Novembre 2015

    Muy bonito.

    reply...
  • 4 Novembre 2015

    Beautiful landscape and legend. I love the narrow streets and flowers. What a magical place.

    reply...
  • 6 Novembre 2015

    No conozco este lago, pero sí el limoncello, mmmmmmm,,,
    Magníficas fotos y relato ! un abrazo desde Barcelona!

    reply...
    • 6 Novembre 2015

      gracias por tu elogio, me gusta mucho Barcelona es una ciudad maravillosa 😀

      reply...
  • 18 Novembre 2015

    The Italian lakes are so beautiful. I have visited areas surrounding Como and Maggiore, but drove up and over Garda. It, too, looks like it must be seen. Thanks for visiting and following my blog! It looks as though I might be able to use yours to brush up on my very rusty Italian!

    reply...
    • 19 Novembre 2015

      I’m agree with you: the Italian lakes are beautiful. Thank you for reading my article 😀

      reply...

Cosa ne pensi?

error: