Top

Sulle orme degli antichi pellegrini medievali con il progetto “Romea Strata”

  →  Montagna   →  Sulle orme degli antichi pellegrini medievali con il progetto “Romea Strata”

Sulle orme degli antichi pellegrini medievali con il progetto “Romea Strata”.

La via della fede promossa dall’Ufficio Pellegrinaggi della Diocesi di Vicenza valorizza i sentieri utilizzati nel medioevo dai fedeli che dal Nord Europa scendevano in Italia per poi incamminarsi lungo la via Francigena e recarsi alle tombe di Pietro e Paolo a Roma.

Nel medioevo, infatti, esistevano sette vie storiche che attraversavano il Nord Est dell’Italia e in cui confluivano i pellegrini che giungevano dall’Europa per andare a Santiago de Compostela, Roma e Gerusalemme.

La Romea Strata ricalca l’antico sistema di vie che dal Nord-Est d’Italia si dirigevano a Roma e coinvolge cinque regioni italiane, per un totale di 1302 Km.
Il percorso è suddiviso in otto tratti, i cui nomi richiamano i territori delle antiche vie medievali.

Romea_Strata1
Foto tratta da http://www.romeastrata.it/

Friuli Venezia Giulia

Trentino Alto Adige

Veneto

Emilia Romagna

Toscana

rOMEA_sTRATA_MAPPA
Foto tratta da http://www.romeastrata.it/

Le quattro direttrici di marcia della Romea Strata

Collegando i diversi tratti della Romea Strata si formano quattro principali direttrici di marcia che si agganciano alle vie che dall’Europa centro orientale entrano in Italia e viceversa. Tramite i vari tratti della Romea Strata si raggiunge la Via Francigena.

Mappa_Europa_RomeaStrata
Foto tratta da http://www.romeastrata.it/
  • Da Miren – Kostanjevica e San Miniato: Romea Aquileiense (km 94) + Romea Annia (km 247) + Romea Longobarda (km 332): tot km 673
  • Da Tarvisio a San Miniato: Romea Allemagna (KM 187) + Romea Annia (Km 278) + Romea Longobarda(Km 294): tot km 759
  • Dal Brennero a San Miniato: Romea Brennero (Km 160) + Romea Vicetia (Km 109) + Romea Annia (Km 25) + Romea Longobarda (Km 332) : tot km 626
  • Da Verona a San Miniato: Romea Porciliana (Km 66) + Romea Annia (Km 25) + Romea Longobarda (km 332): tot km 423

Da San Miniato è possibile raggiungere Roma, Santiago de Compostela e Gerusalemme

  • ROMA, proseguendo sulla Via Francigena: km 345
  • GERUSALEMME, proseguendo per la Via Francigena del Sud fino a Brindisi e poi via mare: km 2.945
  • SANTIAGO DE COMPOSTELA, proseguendo sulla Via Francigena del Nord, Via Cassia, Via Domitia, Via Tolosana e Cammino Francese per Santiago: km 2.415

Per maggiori informazioni: sito internet Romea Strata

Commenti:

  • 3 Giugno 2016

    Ma che carina sta cosa…. ma badia x l’emilia dove rimane?

    reply...
    • 4 Giugno 2016

      Hanno riunito sotto il nome di Romea Longobarda i percorsi che passano per l’Emilia Romagna e la Toscana: questo è il link con tutte le varie tappe che partono da Badia Polesine 🙂 http://www.romeastrata.it/tappe_longobarda/

      reply...
      • 4 Giugno 2016

        Si ho letto il attentamente il tuo post solo non ho idea dove ai trovi sta Badia… ma adesso guardo questo link. Grazie mille cara 😉

        reply...
        • 4 Giugno 2016

          Badia Polesine si trova in provincia di Rovigo in Veneto e poi da lì il percorso continua verso l’Emilia Romagna e la Toscana 😊

          reply...
  • 3 Giugno 2016

    la romea alemanno, per quello che mi risulta, da padova arriva a Ferrara. Da lì a revenna e forlì, scavalcando gli appennini a bagno di romagna. Prosegue fino ad arezzo Di questo percorso c’è una bellissima cartografia.
    Quella che hai descritto è la via nonantola o della sambuca. Anche lei molto suggestiva.

    reply...
    • 4 Giugno 2016

      Ti ringrazio per la precisazione 🙂 Credo abbiano chiamato la tratta Romea Allemagna, che nel progetto inizia da Tarvisio, per fare riferimento alle popolazioni dell’antica Alemannia che scendevano per recarsi in preghiera a Roma.
      Diverso è invece il caso della Via di Alemagna o Via Romea di Stade o Via Ungaresca, anche chiamata Via Romea Germanica o Via Romea dell’Alpe di Serra, che era usata dai pellegrini provenienti dai paesi europei centro-settentrionali. Questi infatti, scendendo in Italia, seguivano due vie: una lungo la valle dell’Adige fino a Verona; l’altra lungo la val Pusteria fino a Treviso. Quest’ultima via poteva esser denominata anche Via Ungaresca (o Via Ongaresca). Entrambi i percorsi raggiungono poi la via Emilia, seguendola sino a Forlì o arrivano comunque a Forlì dopo aver toccato Padova, Ferrara e Ravenna.

      reply...
      • 4 Giugno 2016

        In effetti ci sono molto definizioni per la stessa via. Quello che è interessante è l’ottima cartografia coi percorsi, le tappe e i punti di sosta e anche le difficoltà nell’affrontare il tragitto. Quello che merita attenzione è la dovizia di notizie per chi volesse ripercorrere parte dei tragitti dei pellegrini verso Roma.
        Il tuo post merita rispetto e un applauso.

        reply...
        • 4 Giugno 2016

          Il merito è degli organizzatori del progetto che hanno curato la mappatura nei particolari, io ho semplicemente riportato la notizia 😊

          reply...

Cosa ne pensi?

error: