Top

Villa dei Vescovi: tra affreschi e vigneti

  →  Città   →  Villa dei Vescovi: tra affreschi e vigneti

Adagiata sui dolci pendii dei colli Euganei, tra filari di vigneti e contrade, Villa Dei Vescovi è uno scrigno di tesori sapientemente restaurati dal Fondo Ambiente Italiano.
Situata in località Luvigliano, frazione di Torreglia (Padova), questa antica dimora custodisce al suo interno uno straordinario esempio di decorazione ad affresco precedente alla rivoluzione pittorica imposta da Paolo Veronese.

VILLA VESCOVI

LA STORIA

Iniziata a costruire sul finire del Quattrocento come luogo di riposo e soggiorno estivo dei vescovi di Padova, la villa è stata ampliata nel 1501 e successivamente nel 1529 e nel 1543. La direzione dei lavori e la riorganizzazione del fondo agricolo vennero affidate al nobiluomo Alvise Cornaro dal Vescovo di Padova che qui individuò la sede per un circolo intellettuale raccolto attorno al valore del paesaggio. La villa fu progettata su questi ideali dall’architetto veronese Giovanni Maria Falconetto con una concezione rigidamente geometrica e alla morte di quest’ultimo, avvenuta nel 1535, fu oggetto di successivi interventi condotti da Andrea da Valle, suo allievo, e poi da Giulio Romano cui si deve l’ideazione del “bugnato”, ovvero la lavorazione muraria in rilievo, che caratterizza il pian terreno della dimora. La villa, infatti, nasce come un raffinato esperimento della cultura umanista in cui architettura, arte e paesaggio giocano fra loro in continui rimandi visivi negli spazi delle logge e delle terrazze per realizzare il benessere dell’uomo.

VILLA VESCOVI2

GLI AFFRESCHI

Gli affreschi vennero affidati, sul finire del 1543 al pittore fiammingo Lambert Sustris. Nato ad Amsterdam tra il 1510 e il 1515 ma attivo sin da giovane a Roma, Sustris, giunse a Padova nel 1541 realizzando poi nelle sale di villa dei Vescovi affreschi raffiguranti paesaggi, scene e personaggi mitologici legati al mondo classico.

VILLA VESCOVI3

L’INTERVENTO DEL FAI, VISITE ED EVENTI

Donata al FAI da Maria Teresa Olcese Valoti e Pierpaolo Olcese, nel 2005, la villa è stata restaurata e riportata al suo antico splendore tanto che oggi non solo è visitabile, ma vi si può anche soggiornare nei locali della foresteria: all’interno della villa sono disponibili la Mansarda del Vigneto e la Mansarda del Frutteto. Ciascun appartamento può ospitare fino a 4 persone con un eventuale letto aggiuntivo per bambini. Ogni appartamento ha 2 camere da letto doppie con bagno, una zona salotto-pranzo con cucina.

VILLA VESCOVI4

L’ENOTECA

Vicino alla biglietteria di Villa dei Vescovi non solo potrete trovare uno shop dove acquistare prodotti per sostenere il Fondo Ambiente Italiano, ma anche un’enoteca con i migliori vini e prodotti gastronomici  dei Colli Euganei: un ambiente accogliente aperto al pubblico per degustazioni, vendita dei prodotti delle aziende della Strada del vino. 

INFORMAZIONI E BIGLIETTI

PROTEGGI IL PATRIMONIO ITALIANO E SOSTIENI IL FAI 

VILLA VESCOVI5

Commenti:

Cosa ne pensi?

error: