Top

Asolo la città dei cento orizzonti

  →  Città   →  Asolo la città dei cento orizzonti

Viaggiatori oggi vi portiamo alla scoperta della provincia di Treviso (Veneto) ed in particolare dei Comuni di Asolo e Possagno.

ASOLO

Definita da Giosuè Carducci la Città dei cento orizzonti, Asolo è uno dei centri storici più suggestivi d’Italia perché ogni scorcio conserva le testimonianze della sua millenaria storia.

La prima tappa del nostro itinerario è piazza Garibaldi con la sua fontana cinquecentesca sovrastata dal leone alato di S. Marco. Da qui si possono facilmente raggiungere i principali monumenti di Asolo e si può ammirare la cattedrale: al suo interno si trovano due importanti pale di Lorenzo Lotto e di Jacopo Da Ponte.

Avanzando nella piazza seguite le indicazioni per raggiungere la Rocca: inerpicandovi alle pendici del Monte Ricco che domina la piazza principale vedrete Villa Scotti-Pasini. L’edificio principale fu costituito nel XVIII secolo, e poi si aggiunsero le due ale che diedero alla costruzione l’aspetto attuale. Passando oltre la villa proseguite, seguendo il sentiero ben segnalato, che fra olivi e panorami meravigliosi vi condurrà alla Rocca.

La Rocca: Costruita fra la metà-fine del XII secolo e gli inizi del XIII questa struttura, fatta come un poligono con muri alti 15 metri, serviva per difendere il territorio. Per entrare il biglietto costa 2 euro. In estate è aperta sabato e domenica dalle 10 alle ore 12 e dalle 15 alle ore 19. In inverno è aperta: 10-19 sabato e domenica (aprile- ottobre); 10- 17 sabato e domenica (novembre – marzo).

Scendendo dalla Rocca abbiamo ammirato il mercatino dell’antiquariato e le antiche case medievali del centro sino ad arrivare al Castello: risale al X secolo. Nel 1242 fu dimora di Ezzelino da Romano e a partire dal 1339 divenne sede dei podestà veneziani. Alla fine del XIV secolo venne saldato alle mura cittadine, costruzione quest’ultima avviata durante il breve dominio dei Carraresi. Delle quattro torri che lo caratterizzavano ne rimangono oggi tre, la torre civica o campanaria, la torre Reata con funzione di carcere e la torre del Carro ora compresa nell’abitazione attigua denominata La Torricella.

Degni di una visita anche il Museo Civico, la casa Longobarda, La casa della celebre attrice Eleonora Duse in via Canova, ma lascio a voi scoprire questi luoghi ricchi di storia.

Cosa ne pensi?

error: