Top

Myanmar: Nord, Centro o Sud?

  →  Città   →  Myanmar: Nord, Centro o Sud?

NORD

Remoto e selvaggio il Myanmar settentrionale è una delle zone meno esplorate del Paese.
Buona parte di questa regione, infatti, è ancora off limits per i turisti. Ci sono solo due itinerari percorribili dagli stranieri: il primo parte da Mandalay e raggiunge l’ex capitale estiva del periodo coloniale, Pyin Oo Lwin Maymyo, per poi attraversare i monti Shan e arrivare ai villaggi dell’etnia palaung. Il secondo itinerario, invece, risale il corso del fiume Irrawaddy passando per Katha dove lo scrittore George Orwell ambientò il romanzo “Giorni in Birmania”.  Scegliendo di visitare il Nord del paese potrete ammirare le mestose montagne che si uniscono all’Himalaya. Mandalay: capitale cultrale del Myanmar è circondata da colline dove sorgono templi e il sito di quello che doveva essere lo stupa più grande del mondo. 

Mandalay
Foto da Internet

CENTRO

L’area più visitata di tutto il paese, casa dell’etnia bamar, accoglie tre capitali: Bagan, Pyay e Taungoo, oltre all’attuale Naypyidaw. La più famosa di tutte è Bagan con i suoi stupa risalenti al XII secolo dalla cima dei quali i turisti ammirano sia l’alba che il tramonto. Intorno a Bagan si estendono verdi risaie e ampie pianure ondulate, mentre sullo sfondo potrete ammirare i monti Shan a est e il fiume Irrawaddy a ovest.

Bagan
Foto da internet

CENTRO OCCIDENTALE

Gli stati centro occidentali sono ancora poco frequentati dai turisti. I visitatori infatti si fermano nelle spiagge di Ngapali Beach lambite dalle acque cristalline del golfo del Bengala. Solo alcuni turisti avventurosi si spingono sino a Mrauk U antica capitale rakhine e sito archeologico pieno di templi o verso lo Stato Chin, non collegato con infrastrutture, ma ricco di foreste e montagne.

ngapali_beach
Foto da internet

CENTRO ORIENTALE

L’area centro orientale del paese ospita il famoso lago Inle, con i suoi villaggi galleggianti, la grotta della Shwe Go Min Pagoda con i suoi 8mila buddha dorati a Pindaya, i villaggi delle tribù delle colline a Kyaingtong. E’ una meta ideale per i visitatori che vogliono una vacanza all’insegna dell’avventura e della natura.

ShweoominPagoda
Foto da internet

YANGON La città più grande ed importante del paese è il punto d’arrivo di ogni turista che inizia a visitare il Myanmar. Fra architetture coloniali, che risalgono ai tempi della dominazione inglese, mercati, e stretti vicoli, si erge imponente il suo più noto monumento buddhista: la Shwedagon Paya, sacro stupa e punto d’arrivo dei pellegrinaggi di molti buddhisti.

Yangon
Foto da internet

SUD

Quasi del tutto inesplorato il sud del Paese è un luogo dove terra, mare e cielo si incontrano in un territorio dalla bellezza selvaggia e intatta. L’attrattiva indiscussa è la Golden Rock, il monte Kyaiktiyo, con il masso dorato sospeso nel vuoto. Altro luogo d’interesse è Mawlamyine con la sua cultura mon e i suoi templi, e se volete visitare un paradiso terreno la strada per arrivare alla 800 isole dell’arcipelago Myeik sarà lunga, ma ne varrà la pena per scoprire uno degli ultimi angoli incontaminati d’Asia.

Commenti:

  • 3 Maggio 2017

    Che meraviglia 😍 sembra che racconti di un mondo fantastico…
    Grazie per la condivisione e buona giornata 😘

    reply...
    • 3 Maggio 2017

      Grazie Sara queste sono solo le premesse, non vedo l’ora di visitare il Myanmar 😊 nei prossimi articoli, infatti, proseguiro’ il racconto con altre informazioni utili per organizzare il viaggio in questo paese 😊

      reply...
  • 14 Maggio 2017

    Mi piace 😊

    reply...
    • 14 Maggio 2017

      Grazie 😊😊

      reply...
      • 14 Maggio 2017

        Dai un’occhiata al mio blog e dimmi che ne pensi.
        Se ti piace puoi seguirmi 😊

        reply...
  • 17 Maggio 2017

    Sarebbe bello visitare questi posti. Buona giornata

    reply...
    • 17 Maggio 2017

      Ti ci posso portare virtualmente fra pochi mesi 😊

      reply...

Cosa ne pensi?

error: