Top

Thailandia Dreaming: l’antica Bangkok

  →  Città   →  Thailandia Dreaming: l’antica Bangkok

Il mio viaggio alla scoperta della Thailandia inizia da Bangkok: la città degli Angeli.
Metropoli moderna ma dall’animo antico, Bangkok è un crocevia di popoli e culture nonché un tappa obbligata per i viaggiatori che desiderano iniziare a scoprire e conoscere questo affascinante paese. E’ una città che cresce rapidamente, in cui la modernità dei grattacieli convive con templi dalla storia millenaria. Non riuscirete a scoprirla in pochi giorni, ma riuscirete ad apprezzarla nelle sue luci e nelle sue ombre.

Il mio soggiorno a Bangkok, lontano dai grattacieli e dagli sfarzi mondani, mi ha permesso di conoscere un lato più tranquillo della città fatto di casette basse, piccole botteghe, canali in cui nuotavano draghi di Komodo, templi e semplicità. 

Varano

Ho soggiornato al  Tara Place  hotel che si trova lungo Samsen Road, a dieci minuti a piedi dalla famosa Khao San Road e a mezz’ora da altre attrazioni turistiche come il Gran Palazzo Reale e il Wat Pho. L’hotel, le cui camere sono pulite e spaziose, offre un servizio di tuk tuk gratuito per raggiungere i monumenti. Inoltre nella hall c’è un angolo in cui è possibile degustare gratuitamente snack e bevande ad ogni ora del giorno e della notte.

TaraPlace Collage

Ogni esperienza in città è molto personale, tuttavia ci sono alcuni luoghi e monumenti da vedere una volta nella vita e che ho riportato in questa mappa che segue il mio itinerario nella parte antica della città:

MAPPA

Itinerario Bangkok

1) Khao San Road: fu fra le prime strade abitate dopo la fondazione della città nel 1782 e qui è ancora possibile ammirare una Bangkok autentica fatta di casette basse, attaccate una all’altra, il cui primo piano è occupato da ristoranti e negozietti. Khao San Road è famosa perché accolse i primi hippy giunti per esplorare il Siam, infatti mantiene un’atmosfera bohemien, che le regala un fascino apprezzato tutt’oggi dai backpackers di tutto il mondo. Ma non lasciatevi ingannare, se durante il giorno Khao San Road è una via come tante, dopo le 17 si trasforma in uno dei cuori pulsanti della movida di Bangkok. Bancarelle, artisti di strada e venditori di cibo la popolano in un turbinio di musica e colori che accompagna i visitatori sino al sorgere del sole. Cosa potete fare a Khao San Road? Provate a mangiare gli insetti! Quì li servono cotti e speziati e devo dire che il loro sapore non è così terribile.

2) Il Gran Palazzo Reale: lo splendido complesso del Gran Palace, residenza ufficiale dei sovrani della Thailandia dal 1785, racchiude molti templi ed edifici decorati con diversi stili architettonici. Ammirerete ovunque lamine d’oro, tetti lucenti e immagini di Buddha. Il Grand Palace è aperto ogni giorno dalle 8.30 alle 15.30 ed il biglietto di ingresso costa 200 bath che comprendono l’ingresso al Vimanmek Mansion e al padiglione delle monete. Per entrare bisogna vestirsi in modo consono ovvero niente shorts, niente canotte e niente scollature. Potete noleggiare camice e gonne adeguate all’ingresso e pagando una cauzione di 500 bath che vi sarà restituita alla fine della visita. Al suo interno potrete ammirare non solo il tempio Wat Phra Kaeo, tesoro dell’arte thailandese che custodisce il Buddha di Smeraldo la statua più venerata di tutto il paese, ma anche il palazzo di Vimanmek il più grande edificio al mondo in teak dorato. Armatevi di pazienza perché sin dalle prime ore del mattino è affollato di turisti e quando riuscirete ad entrare divertitevi a cercare creature mitologiche come gli Yaksha, gli orchi giganti, o le graziose Kinaree, metà cigni e metà donne, che da secoli custodiscono i segreti e i tesori dei sovrani della Thailandia.

3) Wat Pho: il tempio più grande della città ospita il famoso Buddha disteso. Costruita nel 1832, la statua di Buddha è lunga 46 metri ed alta 15 ed ha gli occhi e le piante dei piedi intarsiati di madre perla. Il complesso è aperto al pubblico dalle 8 alle 17 e vi si accede sempre con un abbigliamento adeguato. Al suo interno ci sono delle scuole per bambini. E’ stato uno dei posti in cui sono riuscita a respirare un’atmosfera di pace e serenità. 

4) Wat Arun: è il tempio dell’alba, il più fotografato della città. Simbolo di Bangkok sorge sulle rive del fiume Chao Phraya in posizione opposta rispetto al palazzo reale e si raggiunge in barca. Il tempio risale al periodo di Ayutthaya e fu ampliato dai sovrani Rama II e Rama III. Il punto di riferimento del tempio è la pagoda centrale,“Pra Prang” ,alta 79 metri e rivestita di frammenti di porcellana che risplendono al sole.

5) Pom Pra Sumen: conclude l’itinerario alla scoperta della Bangkok antica questa fortezza costruita durante il regno di Rama I. Ha una forma ottagonale ed è suddivisa su tre piani. Nelle sue vicinanze si può fare una passeggiata con vista sul fiume. 

pom pra sumen

Nel prossimo articolo vi parlerò di alcune attrazioni turistiche nella parte moderna della città.

Commenti:

Cosa ne pensi?

error: