Top

Thailandia Dreaming: l’itinerario

  →  Città   →  Thailandia Dreaming: l’itinerario

Dai grattacieli alle foreste, dai palazzi reali agli antichi templi: il mio itinerario in Thailandia esplorerà le località di Bangkok e Chiang Mai.

La prima meta del viaggio sarà Bangkok: una delle città più entusiasmanti del mondo conosciuta anche con il nome di Krungthep “la Città degli Angeli”.
Sede da oltre 200 anni del governo è la ricostruzione dell’antica capitale Ayutthaya.
Con i suoi sei milioni di abitanti, Bangkok, è una città in cui convivono due anime: una antica, con la parte vecchia in cui sorgono palazzi e templi del XVIII secolo, e una moderna con i centri commerciali e le aree di sviluppo vicine al fiume.

Tra le attrazioni che sicuramente visiterò ci saranno il Palazzo Reale e il Tempio del Buddha di Smeraldo detto anche Wat Phra Kaeo ovvero la cappella personale di Sua Maestà il Re nonché luogo in cui si venera il Sacro Protettore della Thailandia, il Buddha. Altri luoghi d’interesse sono il Tempio del Buddha d’Oro che custodisce un Buddha interamente in oro risalente al periodo Sukhothai (1238-1378), il Museo Nazionale e il Mercato Galleggiante, dove si può ammirare un pittoresco aspetto della vita fluviale thailandese.

Wat Po

Bangkok è anche la capitale dello shopping. In città si possono trovare sia centri commerciali lussuosi che bancarelle piene di prodotti esotici, tessuti colorati e gioielli fatti a mano. L’area per lo shopping più chic della città, e che spero di visitare, è Siam, intorno alla stazione della metropolitana BTS Siam, dove si trovano i centri commerciali Siam Discovery, Gaysorn Plaza e il nuovo Siam Paragon. Invece il mercato Chatuchak, aperto nei weekend a nord della città, offre una grande varietà di merci: dai mobili, agli arredamenti per la casa, agli oggetti d’arte e d’artigianato.

Khao San Road: il mio hotel si trova poco distante dalla strada dei viaggiatori zaino in spalla ( i “backpacker”) la famosa Khao San Road che, ogni giorno dalle 17, attira centinaia di visitatori grazie ai suoi mercatini, ai ristoranti multi etnici, ai negozi dove fare shopping e agli artisti di strada. Inoltre lì si concentrano le agenzie di viaggio, dove prenoterò le mie escursioni, e le sartorie dove è possibile prenotare vestiti su misura.

itinerario

Da Bangkok il mio itinerario proseguirà a Chiang Mai la più grande città della Thailandia del nord. Si trova a circa 700 km da Bangkok ed è situata vicino alle montagne più elevate del paese (Doi Intanon). La “Rosa del Nord” è percorsa dal fiume Ping che è anche il principale affluente del Chao Phraya River che attraversa Bangkok. Fondata da re Mengrai nel 1296 (il nome Chiang Mai vuol dire “città nuova”), prese il posto di Chiang Rai quale capitale del regno Lanna. Re Mengrai costruì attorno alla città un canale e alte mura per proteggerla dalle frequenti incursioni birmane. Tutt’oggi, il centro storico è racchiuso in questo quadrilatero.

Le principali attrazioni della città di Chiang Mai sono quasi tutti dei siti religiosi. Alcuni wat (ce ne sono più di 300) sono davvero belli e meritevoli di una visita. Vale la pena di precisare che con il termine “Wat” si intende un complesso di costruzioni adibite a scopi religiosi, sociali e culturali. Il più vecchio è il Wat Chiang Man che risale al XIII secolo. In due templi sono conservate due importanti e veneratissime statue di Buddha: il Phra Sila (in marmo) ed il Phra Satang (in cristallo). Altro splendido tempio è il Wat Phra Singh risalente al 1345, perfetto esempio di stile architettonico del nord o Lanna. Custodisce il Phra Singh Buddha (o Buddha “Leone”), portato qui molti anni fa da Chiang Rai e le cui altre due copie si trovano una a Nakhon Si Tammarat e l’altra a Bangkok. 

Temple in Chiang Mai

Chiang Mai è famosa anche per la sua rinomata tradizione come centro dell’artigianato locale. Producendo manufatti in seta, legno, argento, ceramica ed altro ancora, la città si distingue per essere la più importante destinazione del paese per l’acquisto dei prodotti artigianali. Oltre alla città, la provincia di Chiang Mai si estende lungo un’area di 20,000 km quadrati e vanta alcuni dei più pittoreschi paesaggi di tutto il Regno. La fertile valle del fiume Ping , un mosaico di risaie, è circondata da colline ondulate e la provincia è un insieme di foreste, fiumi, montagne coperte da boschi (compresa la cima più alta della Thailandia: Doi Inthanon). Nel mio viaggio a Chiang Mai mi piacerebbe visitare i parchi naturalisti dove è possibile vedere gli elefanti e visitare i villaggi delle tribù delle colline.

chiang_mai_thailand
Doi Inthanon, Chiang Mai

Commenti:

  • Jim

    11 Giugno 2016

    I’ve been browsing online more than 4 hours today,
    yet I never found any interesting article like yours.

    It is pretty worth enough for me. In my opinion, if all web owners and
    bloggers made good content as you did, the net will be much
    more useful than ever before.

    reply...
  • 16 Agosto 2016

    Che nostalgia della Thailandia! In particolare il nord del Paese, con i suoi ritmi meno frenetici. Il wat Phra That Doi Suthep è decisamente uno dei miei templi preferiti. Invece il Doi Inthanon non ho avuto il tempo di visitarlo.. next time 😉 buon viaggio!!

    reply...
    • 17 Agosto 2016

      Concordo con te Roberta, il Nord della Thailandia è splendido 😀 Ho avuto modo di esplorare per bene Chiang Mai e dintorni e presto inizierò a raccontare il viaggio nel blog 😉

      reply...

Cosa ne pensi?

error: