Top

Myanmar: l’itinerario

  →  Città   →  Myanmar: l’itinerario

Dalle città coloniali agli antichi templi passando per le spiagge affacciate sul Golfo del Bengala: il mio viaggio alla scoperta del Myanmar mi porterà a Yangon, Bagan e Ngapali Beach.

Myanmar_Yangon
Foto da internet

“Una città di sangue, sogni e oro”: così il poeta Pablo Neruba descrisse Yangon, allora Rangoon, la sede del suo primo incarico consolare. Quasi un secolo dopo la permanenza del poeta cileno la città si è lasciata alle spalle un passato sanguinoso per aprirsi al mondo. Le sue strade piene di vita nascondono palazzi dall’architettura coloniale tra i più affascinanti di tutto il Sud Est asiatico e templi d’oro come la Shwedagon Paya, la “meraviglia scintillante” che ogni anno attira migliaia di fedeli buddisti. Di Yangon in particolare mi affascina la storia: nel 1841 la città fu rasa al suolo da un incendio e, dopo essere stata ricostruita, subì nuove terribili devastazioni nel corso della seconda guerra anglo-birmana nel 1852. Gli inglesi, infatti, vi si insediarono e la rinominarono Rangoon. La città crebbe e nel 1920 divenne così famosa che scrittori e personaggi celebri la scelsero come tappa fondamentale nei loro viaggi in Asia: fra questi c’erano Rudyard Kipling, H.G. Wells e Amelia Heart che si fermò a Rangoon nel 1937 mentre stava compiendo il secondo dei suoi tentativi di compiere il giro del mondo in aeroplano.

myanmar-religione
Foto da internet

Il viaggio nella storia del Myanmar mi porterà anche a Bagan, il cuore della cultura Bamar. La zona archeologica si estende su una superficie di ben 67 kmq e la cittadina più vivace dell’area è Nyaung U. Tutti gli stranieri che desiderano visitare i templi devono pagare una tassa di 15 dollari che va al governo. Per girare fra le rovine dell’antica civiltà del Myanmar potrete usare biciclette, pick-up, carretti trainati dai cavalli, mongolfiere o taxi. La zona inoltre si suddivide in Old Bagan, l’area che racchiude i templi principali, le mura cittadine, il museo archeologico e sorge su un ansa del fiume Irrawaddy e New Bagan sorta nel 1990 che ospita i migliori ristoranti con vista lungo fiume.

myanmar_Bagan

Se la prima parte del viaggio sarà dedicata alla scoperta della storia e della cultura del paese, la seconda, invece, sarà incentrata sul relax. Per dimenticarmi della frenesia di tutti i giorni, infatti, ho trovato Ngapali Beach. Inserito nella top ten delle spiagge più belle del mondo, questo lembo di sabbia bianca si affaccia sulle acque cristalline del Golfo del Bengala regalando ai suoi frequentatori tramonti infuocati ed emozioni uniche.

myanmar_spiaggia
Foto da internet

Commenti:

Cosa ne pensi?

error: