Top

Come bere il caffè in Vietnam

  →  Travel Tips | Food   →  Come bere il caffè in Vietnam

Paese che vai caffè che trovi!
Oggi vorrei parlarvi del caffè vietnamita: scuro, forte e dolce nel contempo. Una delizia. 
Il Vietnam è il secondo paese esportatore di caffè dopo il Brasile e anche quì, come in Italia, c’è una vera e propria cultura intorno a questa bevanda. 

Come in Italia ci sono più modi di degustarlo e chiamarlo:

  1. Caphe sua da: caffè freddo con latte consendato
  2. Caphe da: caffè freddo senza latte
  3. Caphe den: caffè nero
  4. Caphe sun chua: caffè freddo con yogurt
  5. Caphe trung da: caffè guarnito con albume d’uovo montato e neve
13329551_1554471494848492_3863876344639401867_o

Il rito del caffè

Per degustarlo vi porteranno un bicchiere di vetro con dentro un po’ di latte condensato. Sul bicchiere ci sarà appoggiata una specie di micro pentolina ovvero il filtro di alluminio contenente la polvere di caffè. Il cameriere verserà acqua bollente nella pentolina di alluminio e da lì, dopo un paio di secondi, inizierà a gocciolare una bevanda scura sopra lo strato di latte. Il processo è molto lento e durante l’attesa potrete amabilmente conversare con i vostri amici. Dopo qualche minuto tutte le goccioline di caffè saranno scese dal filtro e potrete mescolarle al latte condensato ottenendo una bevanda deliziosa. Se desiderate berlo freddo travasate il caffè dalla tazza al bicchiere con il ghiaccio.

La curiosità

In Vietnam viene prodotta una delle più pregiate e costose varietà di caffè al mondo: il Kopi Luwak (weasel coffee) il cui prezzo può arrivare a 3000 $ al chilogrammo.  Questo tipo di caffè è particolare perché per produrlo si danno da mangiare i chicchi di caffè alle donnole che, durante la digestione producono enzimi intestinali in grado di eliminare le note amare del caffè, e quindi defecano chicchi di caffè che poi ha un’aroma dolce.

foto tratta da internet
foto da internet

Commenti:

Cosa ne pensi?

error: